Le menzogne e la doppiezza del PD, #primailnord

296302_3976637811641_1252131517_n.jpgLa lettera pubblicata oggi su La Stampa del Vco a firma del Capogruppo del PD in Regione Aldo Reschigna ha il sapore del vergognoso tentativo di distorcere la realtà di quanto accaduto in Consiglio Regionale sulla vicenda del riordino delle Province. L’esito della votazione finale, che è stata un’operazione orchestrata proprio da quel PD che Reschigna guida nei banchi di Palazzo Lascaris, viene disegnata come qualcosa dalla quale Reschigna si dissocia indignato. E’ semplicemente pazzesco! Il presunto salvataggio di Asti (presunto perché voglio proprio vedere quale sarà la decisione finale del Governo dei tecnocrati romani su di una delibera che la Lega Nord ha bollato come inutile, non partecipando per protesta al voto di questo teatrino…) ha come (legittima) regista la Consigliera Angela Motta (PD), mentre l’affossamento del quadrante ha visto in Wilmer Ronzani (PD), consigliere di Biella, che in aula aveva anche la claque che lo applaudiva a ogni suo minimo cenno, uno dei suoi più grandi sponsor. Motta, Ronzani… Donne e uomini del PD, omogenei a un partito che negli anni ha prima deciso di cancellare con un colpo di spugna tutte le province, poi ha cambiato idea non votando a Roma tale provvedimento e ora si inginocchia al banchiere Monti, mai eletto e mai votato. Insomma… Il gruppo del PD, uno dei principali artefici di quanto accaduto. Trovando sponda fertile nel PDL è stata partorita così una deliberazione che, a nostro avviso, ha l’altisonante valore della carta straccia. Questo codardo tentativo di “tirarsi fuori” da una vicenda nella quale Reschigna é dentro fino al collo, con il solo obiettivo di provare ad apparire come “quello che era contrario” è la vera parentesi triste della mia esperienza in Consiglio Regionale. Ricordo a Reschigna che il suo partito e non il mio sostiene il Governo che sta uccidendo il sistema delle autonomie locali per cui è semplicemente allucinante leggere nella sua lettera che “l’unica certezza è che il Governo nazionale … interverrà ripristinando equità e giustizia”, già proprio lo stesso Governo che ha fatto giustizia strangolando le famiglie e ammazzando il lavoro, innalzando il fisco per le fasce deboli ai livelli più alti del mondo ma non toccando banche e fondazioni, tagliando le pensioni invece di tagliare il numero dei parlamentari e decidendo poi di cancellare Regioni, province e anche i comuni più piccoli per ripristinare la clausola di “supremazia del Governo centrale”. Quella frase “i consiglieri della Lega non hanno avuto il coraggio di votare contro alla Provincia di Asti” proferita da un personaggio che naviga in Consiglio Regionale da anni e che sa perfettamente quanto é accaduto davanti e dietro le quinte di Palazzo Lascaris é una scorrettezza indegna. Prendo atto dell’“eleganza” di Reschigna che ha giocato in squadra per il VCO sfruttando il lavoro di altri (vedi l’ordine del giorno Cattaneo, Marinello, De Magistris) e non ha esitato a gettare fango e a forzare “interpretazioni di parte” r Quella frase “i consiglieri della Lega non hanno avuto il coraggio di votare contro alla Provincia di Asti” proferita da un personaggio che naviga in Consiglio Regionale da anni e che sa perfettamente quanto é accaduto davanti e dietro le quinte di Palazzo Lascaris é una scorrettezza indegna. Prendo atto dell’“eleganza” di Reschigna che ha giocato in squadra per il VCO sfruttando il lavoro di altri (vedi l’ordine del giorno Cattaneo, Marinello, De Magistris) e non ha esitato a gettare fango e a forzare “interpretazioni di parte” ridicole per provare goffamente a salvare la sua faccia sul territorio. Non sono abituato a lavorare cosí… Credo che da oggi si aprirà una fase nuova nei rapporti fra colleghi.

Michele Marinello

Vice Presidente

Gruppo regionale LEGA NORD BOSSI.

Le menzogne e la doppiezza del PD, #primailnordultima modifica: 2012-10-26T15:58:23+02:00da leganordvco
Reposta per primo quest’articolo