Riconosciuta dalla Regione la Dop al formaggio ossolano

Riconosciuta dalla Regione la Dop al formaggio ossolano

Marinello e De Magistris“Siamo orgogliosi di un prodotto che rappresenta l’eccellenza di tutto il Vco ”

Il Vice Presidente del Gruppo regionale della Lega Nord Michele Marinello e il consigliere regionale del carroccio Roberto De Magistris plaudono alla notizia del parere favorevole all’istanza di Denominazione d’Origine Protetta decisa oggi dalla Regione per il Formaggio Ossolano.   

“Solo cinque mesi fa annunciavamo il termine del percorso tecnico, di preparazione della documentazione necessaria, per raggiungere questo importante risultato per il nostro territorio – hanno detto i due consiglieri regionali -, lasciando spazio alla fase politica sulla quale avevamo promesso il massimo impegno. Oggi siamo fieri di avere il via libera della Regione alla Dop per il formaggio ossolano. Si tratta di un fatto molto importante per il nostro territorio che riconosce l’alta qualità dei nostri prodotti e l’eccellenza che da sempre esprime il Vco”.   

“Ringraziamo il Governatore Roberto Cota e l’assessore Claudio Sacchetto per l’impegno che hanno profuso in questo progetto, che ha permesso di concludere il percorso politico regionale in tempi assai brevi. Ora la palla passa a Roma al Ministero delle Politiche Agricole, dove speriamo s’incoroni prestissimo il formaggio ossolano, un progetto per la realizzazione del quale anche la Provincia del Vco ha avuto un ruolo molto importante. 

Ottenere l’etichetta di Dop per il formaggio ossolano – hanno concluso Marinello e De Magistris – non è solo una questione di vanto, ma il riconoscimento di una qualità e una cultura enogastronomia dell’Ossola che potrà fare del formaggio ossolano un prodotto principe, generando anche grandi ricadute a livello territoriale utili a sostenere chi vive e lavora sulle nostre montagne e nelle nostre valli”. 

Riconosciuta dalla Regione la Dop al formaggio ossolanoultima modifica: 2012-07-31T15:09:59+02:00da leganordvco
Reposta per primo quest’articolo