IL SOGNO DI CATTRINI ED IL BRUSCO RISVEGLIO

42-25099277.jpgMariano Cattrini ha vinto le elezioni il 16 maggio 2011: sono passati più di undici mesi…. siamo quasi al primo anno di Amministrazione.

Ha vinto le elezioni promettendo una città nuova, lontana dalla buia parentesi leghista.

Ha vinto le elezioni sbandierando che il nuovo contenitore culturale creato dai barbari del Carroccio a Domodossola sarebbe stato riempito di contenuti.

Alcune liste a suo sostegno hanno portato avanti una campagna elettorale feroce con attacchi personali e denigrazione sistematica degli avversari: avrebbero portato la Cultura in città, sarebbero stati i paladini dei giovani e di un nuovo rapporto con i cittadini.

I mesi sono passati e non si è visto nulla.

La nostra impostazione, fatta di realismo e di allarmata preoccupazione per i tempi che sapevamo avremmo dovuto affrontare, non ha pagato.

Non era ancora il tempo, evidentemente, per dire alla gente che “non ce n’era più”…. la gente voleva ancora sognare.

Non è bastato rivoltare la città come un calzino, avviare e concludere lavori attesi da anni, coinvolgere la società civile con le Consulte e ridare dignità al capoluogo ossolano.

Il contenitore non bastava, giustamente, e Cattrini ed i suoi l’avrebbero riempito: con che soldi, come, con quali sinergie ed in che tempi? Non importava…

La deliberazione della Giunta Comunale che annuncia gli orari per l’apertura estiva 2012 dei musei cittadini ha il sapore amaro della beffa.

Poco più di un’ora, dalle 8,45 alle 10 e solo il venerdì e il sabato per il Museo Sempioniano e qualche minuto in più per Palazzo Silva e Palazzo San Francesco.

Nessuna nuova idea degna di nota, nessuna nuova iniziativa, nessuno scatto di reni: calma piatta, Assessori assenti, Sindaco chiuso nella sua arroganza.

I giovani che demonizzavano con volantini sferzanti l’assenza di idee della Lega costretti a proseguire quanto la stessa con i suoi alleati aveva promosso (Sala Prove, Consulta, WI-FI, ecc.) ed a tornare spettatori anonimi.

I cittadini sbeffeggiati nella vicenda “progetto Interreg” e la sensazione latente che forse chi c’era prima non era così scarso.

La gente ha preferito credere ai sogni… ed oggi si sta svegliando.

Link all’articolo completo…

Michele Marinello
Vice Presidente
Gruppo Consiliare Lega Nord Bossi

IL SOGNO DI CATTRINI ED IL BRUSCO RISVEGLIOultima modifica: 2012-04-26T12:40:00+02:00da leganordvco
Reposta per primo quest’articolo