DE MAGISTRIS : ” LA TASSA SULLE TARGHE DEI NATANTI DI LUNGHEZZA SUPERIORE A 2,5 METRI E’ SENZA SENSO”

Il Consigliere Regionale della Lega Nord, Roberto De Magistris, interviene in merito alla norma che impone l’iscrizione all’elenco nautico con relativo rilascio dei contrassegni identificativi (targhe) per tutti i natanti di lunghezza superiore a metri 2,50. ” Il provvedimento è davvero senza senso, così in pratica si tassano tutti indistintamente. La maggior parte dei possessori di barche di quelle dimensioni sono pensionati ed è ingiusto penalizzare questa categoria con i 30 euro di tassa sulle targhe” ha affermato il consigliere del Carroccio. ” Sarebbe opportuno che l’esenzione fosse applicata a partire dai natanti di metri 4, 5 in giù; se l’intento è quello di “far cassa” sarebbe opportuno tassare quelle imbarcazioni che superano i 6 metri di lunghezza non quelle di proprietà dei pensionati che con questo ulteriore balzello, e ulteriori complicazioni burocratiche indurranno, in particolare i più deboli e gli anziani a rinunciare alla propria passione,la pesca o il semplice diporto, vendendo la propria barca.”
“Mi impegnerò” ha concluso De Magistris ” per quel che mi è possibile affinchè venga alzata la soglia di esenzione della tassa sulle targhe dei natanti. Giovedì , a causa di impegni istituzionali a Torino, purtroppo non potrò partecipare alla riunione organizzata a Suna ma sono a disposizione per un confronto con i proprietari delle imbarcazione, che hanno tutto il mio appoggio”.

Roberto De Magistris
Consigliere Regionale Lega Nord

DE MAGISTRIS : ” LA TASSA SULLE TARGHE DEI NATANTI DI LUNGHEZZA SUPERIORE A 2,5 METRI E’ SENZA SENSO”ultima modifica: 2012-03-05T18:31:00+01:00da leganordvco
Reposta per primo quest’articolo